Ringraziamenti

In vista del risutato raggiunto, vorrei cogliere l’occasione per ringraziare tutte le persone che mi sono state vicine e che mi hanno spronato continuamente a tentare di far uscire ” al di fuori delle mura di casa ” le mie poesie. Parlo della mia famiglia che ovviamente ho ringraziato già prima della proclamazione del vincitore del Premio Letteratura Italiana Contemporanea, ma che vorrei ringraziare ancora una volta adesso e “ufficialmente”.  Per un poeta ( o più in generale uno scrittore ) esordiente, il regalo più grande che potrà mai ricevere è la fiducia. Avere vicino persone che credono nelle tue capacità è un riconoscimento più grande di qualsiasi coppa o coccarda.

Questo è uno dei tanti motivi per cui voglio ringraziare anche Anna, una bellissima persona che ho la fortuna di avere vicino. Lei, oltre ad incoraggiarmi con pazienza, ha il principale merito di questo mio risultato. I miei sentimenti verso di lei sono stati sempre il principale motore della mia vena artistica: incapace troppo spesso di esprimerli con la voce, ho provato ad aiutarmi con la penna con risultati inaspettati. È innegabile un salto di qualità della mia scrittura da quando è nella mia vita.

Infine, vorrei ringraziare la Laura Capone Editore per la serietà, la professionalità e la puntualità con cui ha organizzato questo concorso, qualità che saltano subito all’occhio, in quanto non così comuni come ( ahimè ) si pensa essere tra le case editrici e che mi hanno fatto promettere, al di là del risultato e di altri concorsi, di affidarmi al loro staff anche in futuro.
Ho vinto un concorso al primo tentativo, pertanto è comprensibile la mia gioia. Vorrei, tuttavia, sottolineare che questo mio sentimento non nasce solo da un notevole risultato letterario quanto soprattutto dal significato che esso ha per me: ho celato a lungo i miei scritti mostrandoli col contagocce alle persone a me più vicine, ricevendo complimenti. Una parte di me ha iniziato a sentire la necessità di mostrare questi versi a persone estranee e competenti, prive di pregiudizi ( positivi o negativi ) legati ai sentimenti ( motivo per cui utilizzo uno pseudonimo ). Con questo premio adesso so che quello che scrivo può piacere al di là di tutto. Ringrazio la Laura Capone Editore perchè ha partecipato attivamente a questa iniezione di fiducia.

Spero questo sia solo il primo di una lunga scia di successi letterari. Me lo auguro con cauto ottimismo, non come scrittore “di talento”, ma come scrittore “di fiducia”.

ABRAHAM TIBERIUS WAYNE VINCITORE DEL PREMIO LETTERATURA ITALIANA CONTEMPORANEA 2014

Abraham Tiberius Wayne ha vinto il Premio Letteratura Italiana Contemporanea sezione Poesia bandito dalla casa editrice Laura Capone Editore 

La proclamazione è avvenuta nel giorno 26 settembre sul sito ufficiale del bando patrocinato dall’Associazione FIABA.

Ben sette poesie di Abraham Wayne sono state giudicate meritevoli del Premio:

  1. Acqua salata
  2. Anna
  3. Fenice tra i suoni
  4. Il pianista che ha fallito
  5. Ma allor cosa sei?
  6. Sillabe
  7. Teatro

Tali opere verranno pubblicate nel volume POETI CONTEMPORANEI della II edizione del Premio Letteratura Italiana Contemporanea – 2014 in vendita a breve in tutta Italia.
Sarà, inoltre, possibile acquistare il volume anche da qui, cliccando sulla sezione Compra nella quale sarà oppurtunamente inserito il link di collegamento al sito della Laura Capone Editore.
Parte dei proventi delle vendite dei volumi in antologia saranno devoluti, all’associazione Patrocinante del premio: FIABA onlus.

A breve verrà anche reso noto il programma della premiazione.