Abraham Tiberius Wayne al Concorso Internazionale di Poesia Castello di Duino

Abraham Tiberius Wayne parteciperà alla XI edizione del Concorso Internazionale di Poesia Castello di Duino. L’autore presenta l’elaborato Uomo tra le Meraviglie , a nemmeno un mese dalla sua realizzazione.

La premiazione si svolge nell’ambito della grande Festa della letteratura e della Poesia che si svolgerà a Trieste dal 19 al 22 marzo 2015 nell’ambito delle celebrazioni della Giornata Mondiale della Poesia indetta dall’UNESCO.

duino_concorso-internazionale-poesia-2010-1024x529

Quello che sono

Abraham Tiberius Wayne ha concluso la scrittura di un nuovo elaborato poetico dal titolo Quello che sono. La poesia si dimostra un’autentica celebrazione della musica, della scrittura e dell’amore, tre forme d’arte che annientano ogni altro desiderio del poeta, che si descrive, attraverso eleganti rime, come loro felice prigioniero durante una notte della sua vita.

                                                  La pubblicazione è prevista entro marzo 2015 salvo complicazioni

Abraham Tiberius Wayne al Concorso Internazionale di Prosa e Poesia “Giuseppe Longhi”

Abraham Tiberius Wayne parteciperà alla XI edizione del Concorso Internazionale di Prosa e Poesia “Giuseppe Longhi” . L’autore propone l’elaborato Fenice tra i suoni , già vincitore quest’anno del Premio Nazionale Letteratura Italiana Contemporanea.
Il Concorso, raggiungendo l’undicesima edizione, inaugura nel 2014 il suo secondo decennio.
In questi anni ha raccolto un numero sempre crescente di adesioni, parallelamente alla crescita delle opportunità di partecipazione dovuta all’ampliarsi delle sezioni di gara e ai destinatari dell’invito.
​Nato nel 2003 come Concorso Nazionale di Poesia intitolato alla figura romanese di Giuseppe Longhi, Sindaco di Romano di Lombardia dal 1975 al 2003, insegnante e scrittore, il concorso già dalla terza edizione assume un profilo internazionale espandendo oltre i confini nazionali la raccolta di componimenti.

Tutte le opere finaliste saranno edite in una tradizionale pubblicazione riepilogativa. La Giuria si riserva la facoltà di inserire anche testi e componimenti non finalisti ma ritenuti meritori e degni di segnalazione.

Ufficialmente in vendita ” Poeti Contemporanei “

È ufficialmente in vendita, a cura della Laura Capone Editore, l’antologia “Poeti Contemporanei”  che raccoglie tutte le poesie vincitrici del Premio Letteratura Italiana Contemporanea – 2014 e rappresenta l’esordio nel grande ramo dell’edito di Abraham Tiberius Wayne.
Sarà, possibile acquistare il volume anche da qui, cliccando sulla sezione Compra nella quale sarà oppurtunamente inserito il link di collegamento al sito della Laura Capone Editore.
Si ricorda che parte dei proventi delle vendite dell’antologia saranno devoluti all’associazione Patrocinante del premio: FIABA onlus.
1002-35

La coperta del tempo

Abraham TIberius Wayne ha completato la scrittura di un nuovo elaborato poetico dal titolo “La coperta del tempo” .

La poesia ricalca il tema dell’incapacità del poeta di riuscire ad esprimere i propri sentimenti se non attraverso i versi. In questo componimento, tuttavia, tali sensazioni vengono raccontate in modo più crudo: il poeta si mette a nudo e cerca di far vivere al lettore la sua frustrazione. Sapiente è la metafora che usa: la sua penna è un ago e la poesia è una “coperta del tempo” che tesse verso dopo verso rendendo imperituro il suo amore.

                                     La pubblicazione è prevista entro marzo 2015 salvo complicazioni

Desidero

Abraham Tiberius Wayne ha terminato una poesia dal titolo “Desidero”.

L’elaborato si divide in due parti: nella prima il poeta confessa la sua difficoltà nel riuscire ad esprimere le proprie emozioni se non con una penna; nella seconda racconta il suo desiderio di avere un’anima flessibile e gentile ma allo stesso tempo forte ed imperitura.

scrivere4

La pubblicazione è prevista entro marzo 2015 salvo complicazioni

Ringraziamenti

In vista del risutato raggiunto, vorrei cogliere l’occasione per ringraziare tutte le persone che mi sono state vicine e che mi hanno spronato continuamente a tentare di far uscire ” al di fuori delle mura di casa ” le mie poesie. Parlo della mia famiglia che ovviamente ho ringraziato già prima della proclamazione del vincitore del Premio Letteratura Italiana Contemporanea, ma che vorrei ringraziare ancora una volta adesso e “ufficialmente”.  Per un poeta ( o più in generale uno scrittore ) esordiente, il regalo più grande che potrà mai ricevere è la fiducia. Avere vicino persone che credono nelle tue capacità è un riconoscimento più grande di qualsiasi coppa o coccarda.

Questo è uno dei tanti motivi per cui voglio ringraziare anche Anna, una bellissima persona che ho la fortuna di avere vicino. Lei, oltre ad incoraggiarmi con pazienza, ha il principale merito di questo mio risultato. I miei sentimenti verso di lei sono stati sempre il principale motore della mia vena artistica: incapace troppo spesso di esprimerli con la voce, ho provato ad aiutarmi con la penna con risultati inaspettati. È innegabile un salto di qualità della mia scrittura da quando è nella mia vita.

Infine, vorrei ringraziare la Laura Capone Editore per la serietà, la professionalità e la puntualità con cui ha organizzato questo concorso, qualità che saltano subito all’occhio, in quanto non così comuni come ( ahimè ) si pensa essere tra le case editrici e che mi hanno fatto promettere, al di là del risultato e di altri concorsi, di affidarmi al loro staff anche in futuro.
Ho vinto un concorso al primo tentativo, pertanto è comprensibile la mia gioia. Vorrei, tuttavia, sottolineare che questo mio sentimento non nasce solo da un notevole risultato letterario quanto soprattutto dal significato che esso ha per me: ho celato a lungo i miei scritti mostrandoli col contagocce alle persone a me più vicine, ricevendo complimenti. Una parte di me ha iniziato a sentire la necessità di mostrare questi versi a persone estranee e competenti, prive di pregiudizi ( positivi o negativi ) legati ai sentimenti ( motivo per cui utilizzo uno pseudonimo ). Con questo premio adesso so che quello che scrivo può piacere al di là di tutto. Ringrazio la Laura Capone Editore perchè ha partecipato attivamente a questa iniezione di fiducia.

Spero questo sia solo il primo di una lunga scia di successi letterari. Me lo auguro con cauto ottimismo, non come scrittore “di talento”, ma come scrittore “di fiducia”.

ABRAHAM TIBERIUS WAYNE VINCITORE DEL PREMIO LETTERATURA ITALIANA CONTEMPORANEA 2014

Abraham Tiberius Wayne ha vinto il Premio Letteratura Italiana Contemporanea sezione Poesia bandito dalla casa editrice Laura Capone Editore 

La proclamazione è avvenuta nel giorno 26 settembre sul sito ufficiale del bando patrocinato dall’Associazione FIABA.

Ben sette poesie di Abraham Wayne sono state giudicate meritevoli del Premio:

  1. Acqua salata
  2. Anna
  3. Fenice tra i suoni
  4. Il pianista che ha fallito
  5. Ma allor cosa sei?
  6. Sillabe
  7. Teatro

Tali opere verranno pubblicate nel volume POETI CONTEMPORANEI della II edizione del Premio Letteratura Italiana Contemporanea – 2014 in vendita a breve in tutta Italia.
Sarà, inoltre, possibile acquistare il volume anche da qui, cliccando sulla sezione Compra nella quale sarà oppurtunamente inserito il link di collegamento al sito della Laura Capone Editore.
Parte dei proventi delle vendite dei volumi in antologia saranno devoluti, all’associazione Patrocinante del premio: FIABA onlus.

A breve verrà anche reso noto il programma della premiazione.

Il silenzio uccide

Abraham Tiberius Wayne ha terminato un nuovo elaborato in versi dal titolo Il silenzio uccide .

In questa occasione vediamo un distacco del poeta dai “soliti” temi trattati, toccando un argomento “scomodo” di cui spesso si parla, ma di cui ancor più spesso si tace: la violenza sulle donne.
Nella poesia, l’autore vive con gli occhi di una donna una violenza che ( come spesso accade ) trova la sua consumazione tra le mura domestiche, cercando di avvicinarsi quanto più possibile ai pensieri di ogni donna vittima di questi abusi e ( sfortunatamente ) complice se annichilita nel silenzio.
La posizione del poeta è chiara, ogni genere di violenza deve essere denunciata. Purtroppo questo risulta essere un atto tremendamente difficile per chi vive nel terrore e aver deciso di cogliere anche queste ( determinanti ) sfumature, fa dell’elaborato una sorta di “poesia di denuncia”.

blood_pen
La pubblicazione è prevista intorno a marzo 2015 salvo complicazioni