Close-up.it recensisce Prove per un requiem

“Il gioco dei delitti passa quindi in secondo piano rispetto all’acquisizione di un’abilità strategica da parte del protagonista che si comincia a confrontare da pari a pari con la sua nemesi che, in fondo, altro non è che il suo riflesso speculare, ma di colore opposto. Di qui la dinamica nuova del gioco che comporta anche la capacità di sacrificare dei pezzi importanti in vista della possibilità di acquisire una posizione di vantaggio nelle fasi successive del gioco.
[…]Prove per un Requiem è un romanzo più complesso che prende corpo in meno pagine rispetto al precedente, senza per questo rinunciare a sequenze descrittive e a momenti di grande suggestione atmosferica.
[…] Un testo meno innocente di quanto non appaia e ricco di intriganti spunti di riflessione, oltre che maledettamente appassionante. “

Clicca [QUI] per leggere l’intera recensione.

71326354_2113503872086932_6330031618136211456_n

 

Joan Josep Barcelo traduce Prove per un requiem

Il noto poeta spagnlo Joan Josep Barcelo traduce un passo di Prove per un requiem (Les Flaneurs Edizioni) in lingua catalana.

.
.

“KIMLE
26 FEBBRAIO 1781

Osservandolo meglio, sembrava più una sua inquietante parodia verso cui avvertì subito una naturale repulsione.
Era di un pallore spaventoso, di quelli che aveva imparato a riconoscere nell’obitorio del dottor Lovinescu. Una linea dritta permetteva a un sorriso raccapricciante di tagliargli il volto.
«Tocca a te» ripeté.
«Non sei reale» lo sfidò.
«Non meno di te, Ljudevit».
«Sto dormendo. Tu sei solo nella mia mente».
«E questo mi renderebbe meno reale? Non essere stupido: anche tu vivevi nella mia testa, ricordi? Ti dimenavi nelle mie viscere, mi fissavi con quegli orribili occhi dall’altra parte dello specchio, ti burlavi di me mentre fallivo ogni tentativo. Mi sussurravi la tua presenza ogni notte, le hai avvelenate tutte… una dopo l’altra, finché non l’hai avuta vinta».
Cantilenò le ultime parole. «Gioca, Ljudevit».”

(Prove per un requiem)
.
.
“KIMLE
26 FEBRER 1781

Observant més de prop, semblava més una inquietant paròdia seva cap a la qual de seguida va sentir una repulsió natural.
Era d’una pal•lidesa espantosa, d’aquells que havia après a reconèixer al dipòsit de cadàvers del doctor Lovinescu. Una línia recta permetia que un somriure esgarrifós li tallés la cara.
«Et toca», va repetir.
«No ets real», el desafià.
«No menys que tu, Ljudevit».
«Estic dormint. Tu estàs només en la meva ment».
«I això em faria menys real? No siguis estúpid: tu també vivies al meu cap, recordes? Et movies dins les meves vísceres, em miraves amb aquells ulls horribles a l’altra banda del mirall, et burlaves de mi mentre fallava tots els intents. Em murmuraves la teva presència cada nit, les enverinaves totes… una rere l’altra, fins que no la vas guanyar».
Va cantar les darreres paraules. «Juga, Ljudevit.”

 

L'immagine può contenere: 1 persona, persona seduta

SalernoLibri e Premio SalernoLibri&Booktrailer

In essere la nuova edizione di SalernoLibri: Mostra-rassegna di libri, scrittori e dintorni –

Istituto  Scolastico G. Vicinanza

Corso Vittorio Emanuele – Salerno

Sabato 18 – Domenica 19 GENNAIO

REGOLAMENTO

Gli autori e le autrici partecipanti dovranno assicurare la propria presenza per tutto il periodo della manifestazione per dialogare con il pubblico e per promozionare i loro libri.
Le adesioni dovranno pervenire entro il 10 gennaio 2020 per email info@capitsalerno.it.
Il contributo per spese organizzative di €. 10 si può versare direttamente sabato 18 gennaio. In caso di numerose adesioni la Capit si riserva di assegnare un’unica postazione a più espositori.
Gli scrittori possono partecipare o solo il pomeriggio di sabato 18 gennaio ore 16 – 21 o solo la domenica o ad entrambi i giorni.
Il programma è in via di definizione e sarà pubblicato sul sito agli inizi di dicembre.
Per informazioni cell. 339.5770108.

Bando SALERNOLIBRI

In occasione della rassegna SalernoLibri che si svolgerà il 18 e 19 gennaio 2020 nel Salone dell’Istituto G. Vicinanza di Salerno è indetto il Premio SalernoLibri e Booktrailer, riservato solo ai booktrailer, la cui direzione artistica è affidata allo scrittore Davide Bottiglieri. La partecipazione è GRATUITA.

Premi in palio:

Coppa SalernoLibri

Presentazione del libro con possibilità di vendita dello stesso.

Per partecipare scarica [BANDO E SCHEDA ADESIONE]

Locandina

CambioGiorno intervista Davide Bottiglieri

“Bisognerebbe guardare di nuovo le cose con gli occhi di un bambino. Abbiamo perso il dono della meraviglia e questo rende tutto più grigio, anche una festa che colora un intero mondo.”

Clicca [QUI] per leggere l’ultima intervista.

3

Buone Feste!

Un regalo è sempre un regalo 🎁. Che sia per te o per altri, cosa cambia?😉
Approfitta dello sconto valido fino al 6 gennaio. In omaggio anche uno o più segnalibri ispirati alla storia dell’ispettore Ljudevit Alecsandri!🎉

Nessuna descrizione della foto disponibile.

Nuovo riconoscimento per Prove per un requiem

Prove per un requiem è 3° classificato su oltre 100 testi pervenuti al Premio Melagrana Città di Caserta.
Il premio, promosso dall’associazione Melagrana, in collaborazione con il Comune di Caserta e curato dalle Edizioni Melagrana

Le opere finaliste sono state valutate da una giuria di qualità composta da: Isaia Sales (saggista e politico italiano), De Filippo Francesco (scrittore, giornalista, direttore dell’ANSA di Trieste), Rino Malinconico (filosofo, scrittore), Angela Maria Pelosi (Scrittrice e Dirigente Scolastico), Rosaria Grillo (Docente di Letteratura ispanoamericana, Direttrice del Dipartimento di Studi Umanistici presso l’università di Salerno).
Oltre la premiazione dei finalisti del concorso letterario, l’associazione Melagrana ha ritenuto di assegnare il Premio Melagrana anche a persone o realtà, che si sono caratterizzate per l’impegno, l’attenzione, la determinazione nel difendere la giustizia degli ultimi, nello schierarsi senza tentennamenti dalla parte di quanti oggi vivono il dramma della esclusione o dell’emigrazione; che si sono opposti alla guerra o che hanno combattuto le mafie: ci hanno messo la faccia nel farlo, con coraggio e senza tentennamenti.
Le quattro menzioni speciali del 1° Premio Melagrana sono state assegnate a:

LUNEDÌ 16 DICEMBRE CERIMONIA PREMIO MELAGRANA AL TEATRO COMUNALE DI CASERTA • Gianni Maddaloni per il suo impegno a Scampia (NA) con i ragazzi del quartiere per motivarli attraverso lo sport e tenerli lontano dalle attrazioni della criminalità;
• Fanpage.it network informativo sempre attento alla cultura dell’integrazione e alla denuncia della cultura della violenza e del razzismo;
• don Tonino Palmese voce autorevole e forte contro le mafie, riferimento campano di Libera e presidente di POLIS, Politiche Integrate di Sicurezza per le Vittime Innocenti della criminalità e dei Beni Confiscati;
• Zerocalcare per la tua testimonianza militante a difesa del popolo kurdo, oggi ancora più vittime della guerra imposta dal regime turco e isolati dalla comunità internazionale per la quale aveva combattuto e sconfitto l’Isis.

L'immagine può contenere: 1 persona, barba e spazio al chiuso

Prove per un requiem finalista del Premio Melagrana

Le opere finaliste saranno valutate dalla giuria di qualità
composta da Isaia Sales (saggista e politico italiano), De Filippo Francesco
(scrittore, giornalista), Rino Malinconico (filosofo, scrittore), Angela Maria
Pelosi (Scrittrice e Dirigente Scolastico), Rosaria Grillo ( Docente di
Letteratura ispanoamericana e Direttrice del Dipartimento di Studi Umanistici presso l’università di Salerno).

Il Premio Melagrana è stato bandito dall’Associazione
Melagrana, in collaborazione con il Comune di Caserta.

La premiazione si terra il 16 dicembre presso il Teatro
Comunale di Caserta.

Clicca [QUI] per leggere l’intero comunicato.


Prove per un requiem vince il Premio Speciale Talento&Fantasia del Premio Amarganta

A Prove per un requiem il Premio speciale Talento & Fantasia del Premio Letterario Amarganta, patrocinato dal comune di Rieti!

“Un thriller ricco di contaminazioni, dal ritmo vivace,
coraggiosamente ambientato nella Vienna del 1871 e ambiziosamente modellato sulla melodia del requiem incompiuto di Mozart. Un ottimo mix di dialoghi, monologhi, descrizioni, introspezioni con abile scelta di personaggi primari e comprimari che si muovono su uno scenario spettrale ma pure variegato, sostenuto da una scrittura morbida e classica capace di rendere verosimile la tensione tra i demoni reali e quelli della mente.”

La cerimonia di premiazione si terrà il 7 dicembre dalle 17.00 alle 18.30 presso la Sala Polifunzionale ATER del quartiere Villa Reatina in Via Mitrotti 32, 02100 Rieti.

“Clubino in arte” organizzato da Davide Bottiglieri

Clubino in arte

Importante riscontro per Clubino in arte, evento dalle mille sfaccettature realizzato presso l’associazione culturale Il Clubino di Piera Salerno.

Libri, opera lirica, fumetti e buona cucina. Tutto in una serata al Vomero, via Luca Giordano 73! Il viaggio nel tempo è passato tra le note del soprano Clotilde Balzano e le affascinanti letture di Giorgio Di Fusco. Dalla Vienna settecentesca ai giorni nostri si sono frapposte le illustrazioni del fumettista Salvatore Parola, il tutto condito da un light dinner per soddisfare anche i più golosi!

Clubino